Ceramica Rondine raddoppia il data center con NETMIND

“A quattro mesi dalla consegna dell’hardware era a regime il 90% dei servizi e l’unico effetto percepito dagli utenti riguarda il fatto che i servizi hanno prestazioni superiori!”

Paolo Casini, Responsabile Infrastruttura IT

Entrata a far parte del Gruppo Italcer da poco più di un anno, Ceramica Rondine è oggi una grande realtà nella produzione delle ceramiche per l’edilizia, forte di 50 anni d’esperienza, 302 dipendenti e capacità di produzione nel settore piastrelle che raggiungono gli 8 milioni di metri quadrati. La società è nata nel 1961 e ad oggi opera attraverso sei siti: Rubiera (RE) dove sono situati la sede principale e i servizi IT, Sassuolo (MO), Vetto (RE), Fiorano (MO), Castel Bolognese (RA) e Firenze oltre a una divisione commerciale negli USA.

Sul fronte delle infrastrutture IT, la società ha l’esigenza di poter dare risposte rapide alle esigenze del business in grado di avviare in breve tempo i sistemi di supporto dei servizi richiesti.

L'esigenza iniziale

La necessità di ottimizzare le attività “core” industriali si accompagna con l’esigenza di rafforzare l’ambito IT da cui dipende la continuità ed efficienza dei servizi aziendali, ma anche la prospettiva di centralizzare e unificare sistemi e servizi per tutte le aziende del Gruppo.

Per questo la società ha deciso di investire nella continuità IT e nel disaster recovery, avendo come obiettivo quello di azzerare le perdite di dati e, nel caso peggiore, limitare a mezz’ora il fermo delle attività nel magazzino.

ItalCer_CeramicheRondine_dataCenter

Obiettivo del progetto

Con la realizzazione del proprio secondo data center, Ceramica Rondine ha ottenuto le garanzie di sicurezza dei dati e di continuità di servizio richieste, implementando un’infrastruttura più flessibile e altamente performante, aperta a sviluppi futuri.

ItalCer_CeramicheRondine_DataCenter

Per semplificare l’IT e poter agilmente duplicare i servizi si è fatto ricorso alla virtualizzazione. Le infrastrutture distribuite su differenti server sono state centralizzate su un unico server in cluster connesso in fibra con i “sistemi copia” del secondo data center.

La soluzione infrastrutturale individuata per il data center secondario si basa su una coppia di server HPE ProLiant DL 360 Gen10. Sul fronte storage sono impiegati due sistemi HPE 3PAR StorServ 8200 (con 15TB utili, al netto delle duplicazioni dei nodi e interne ai sistemi RAID). Per il collegamento di rete tra i due data center sono stati impiegati switch Cisco 3700 su connessione in fibra da 10Gbps.

Sul fronte del backup, è stato scelto il sistema HPE StoreOnce (situato in un terzo luogo fisico) affiancato dal software Veeam Backup & Replication e da supporti removibili. Ceramica Rondine si avvale dei servizi di allarmistica HPE per quanto riguarda l’hardware, e del partner NETMIND per un servizio di monitoraggio di tutta l’infrastruttura, della parte applicativa e delle macchine virtuali.

L’impegno di NETMIND

Ceramica Rondine si è avvalsa del supporto dei tecnici NETMIND per tutte le fasi del progetto di rinnovamento datacenter: dall’analisi, alla progettazione e pianificazione, quindi per installazione, configurazione dei sistemi e migrazioni software minimizzando i tempi e proponendo una soluzione personalizzata che ha permesso di raggiungere gli obiettivi di business richiesti dall’azienda: azzerare le perdite di dati e minimizzare fortemente i fermi dell’attività.

 

Con la realizzazione del proprio secondo data center, Ceramica Rondine ha ottenuto le garanzie di sicurezza dei dati e di continuità di servizio richieste, implementando un’infrastruttura più flessibile e altamente performante, aperta a sviluppi futuri.

 

NETMIND parnter HPE

  • 01
/ 01

Dicono di noi

  • NETMIND ci ha aiutato con grande professionalità nell'aggiornamento del datacenter fin dall’analisi delle esigenze, minimizzando i tempi e proponendo una soluzione personalizzata che ci ha permesso di raggiungere gli obiettivi di business richiesti dalla proprietà: azzerare le perdite di dati e minimizzare fortemente i fermi dell’attività.

    Responsabile Infrastruttura IT - Ceramica Rondine - Gruppo Italcer

Disaster recovery e ottimizzazione della continuità IT

Stai pianificando il rinnovamento della tua infrastruttura informatica?

Richiedi la consulenza gratuita di uno dei nostri specialisti.